ENERGIE

Home » ENERGIE
28 - Dic - 2016

AGROENERGIE

La produzione di energia da fonti rinnovabili è oggi il tema più trattato nel dibattito sulle prospettive dell’agricoltura, con valutazioni di senso diametralmente opposto. Da una parte, le agroenergie suscitano un grande interesse nel mondo agricolo, con fortissime aspettative, tutte positive, per i benefici sia economici che ambientali. Dall’altro, emergono preoccupazioni per gli impatti che la “deriva” energetica dell’agricoltura può generare sulla disponibilità alimentare, sugli usi del suolo e sull’economia dei territori rurali. Agri Toscana affronterà i pro ed i contro di questa “nuova” tecnologia che si sta affacciando sul mondo dell’agricoltura.

SERRA FOTOVOLTAICA

La serra fotovoltaica è una struttura fissa, ancorata al terreno, ma non è un edificio, non avendo in genere fondamenta nel sottosuolo, ma solo un solido ancoraggio. Tipicamente la serra è un ambiente “protetto” progettato e costruito per coltivare fiori, piante o prodotti agricoli riproducendo, eventualmente, l’habitat climatico d’origine delle coltivazioni. La struttura portante della serra può essere in legno, alluminio, ferro o in muratura. Le pareti e la copertura, ovviamente, in vetro o teli trasparenti.La serra fotovoltaica, oltre a contenere tutti i sistemi di controllo per le coltivazioni (irrigazione, climatizzazione, areazione, movimentazione ecc…),  ha il vantaggio di coniugare due attività in un’unica soluzione:

  • la produzione agricola o agro-vivaistica
  • la produzione elettrica pulita, che può essere per l’autoconsumo o per la vendita.

Ottimizzando in un’unica struttura le due funzionalità la serra fotovoltaica può rappresentare oggi un’ottima “soluzione di continuità” tra reddito agricolo e risparmio energetico, integrandosi bene con l’attività primaria del titolare ed aiutandolo ad abbattere in tempi utili il costo di investimento iniziale.

Si tratta infatti, come per le altre applicazioni del fotovoltaico, di un investimento che prevede un esborso iniziale e che avrà un tempo di “ritorno economico” quantificabile in genere in qualche anno. Il rientro economico dipende infatti dal tipo di attività vivaistica, dalla quantità e dall’utilizzo che si fa dell’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici installati sul tetto.

Agri Toscana approfondirà l’argomento con esempi e dati tecnici ed illustrerà la normativa tecnica ed urbanistica relativa alle serre fotovoltaiche.

 

.

BIOMASSE

Agri Toscana affronterà il tema delle biomasse, capendo bene cosa sono, quali impatti abbiano sull’ambiente e come possono dare origine ad energia e quale sia lo stato in Italia del loro sfruttamento nella vita quotidiana e nell’agricoltura.

Cosa sono le biomasse?

Con il termine “biomassa” si indicano una serie di materiali di origine biologica. Si tratta generalmente scarti di attività agricole, che possono essere modificati attraverso vari procedimenti, per ricavarne combustibili o direttamente energia elettrica e termica; essa viene ricavata principalmente da:

  • legna da ardere
  • residui di attività agricole e forestali
  • scarti delle industrie alimentari
  • liquidi reflui derivanti dagli allevamenti

Ma non è finita qui. Sono comprese anche piante specificamente coltivate per la produzione di energia e rifiuti organici urbani. Venite ad approfondire questo vastissimo mondo ad Agri Toscana.

LE FATTORIE DEL VENTO

Fin dai tempi antichi il vento è stata una grande risorsa. L’uomo ha impiegato la forza del vento per navigare e per muovere le pale dei mulini utilizzati per macinare i cereali, per spremere le olive o pompare l’acqua.
Solo da pochi decenni l’energia eolica viene impiegata anche per la produzione d’elettricità attraverso gli aerogeneratori. Si tratta sostanzialmente di moderni mulini a vento, ma con la differenza che il movimento di rotazione delle pale viene trasmesso a un generatore che produce elettricità.
La tecnologia ha prodotto nel tempo diversi tipi di aerogeneratori sia per forma che per dimensione.
I grandi impianti contrappongono al beneficio di una fonte rinnovabile e pulita diversi effetti indesiderati su scala locale: l’occupazione del territorio, l’impatto visivo, le conseguenze sulla flora e la fauna, nonché le interferenze sulle telecomunicazioni.
A tutto ciò si aggiunge che le fattorie del vento costruite con più generatori di tali dimensioni costituiscono delle vere e proprie centrali elettriche, per le quali gli effetti secondari e indesiderati si moltiplicano all’aumentare della scala.
Per venire incontro a tali problemi, la tecnologia ha prodotto gli impianti eolici di piccola taglia caratterizzati da altezze del palo di sostegno fino a 36 metri e di pale fino a 11-12 metri come la JIMP25/30 e JIMP60. Le caratteristiche di tali impianti consentono di installare una potenza elettrica non superiore ai 60 kW oltre a essere di facile inserimento in qualsiasi tipologia di territorio. Per questo sono particolarmente adatti alle aree agricole con utilizzi limitati all’azienda agricola per i propri fabbisogni, siano essi produttivi o legati anche all’attività agrituristica.

Il mini eolico presenta ulteriori aspetti positivi:
– la bassa velocità di “cut in”: la velocità del vento alla quale il generatore si attiva è bassa cominciando a produrre energia elettrica.
– un impatto visivo e paesaggistico minore: per il posizionamento della turbina è particolarmente adatto il terreno agricolo nelle zone rurali.
– la riduzione della rumorosità.
– minori interferenze sulle telecomunicazioni.
– minore impatto sulla fauna e sulla flora.

Inoltre, la tecnologia continua la sua corsa per il miglioramento del mini eolico. Dal dispositivo di regolazione della potenza che permette di limitare la trasmissione dell’energia dal vento in caso di eccessiva velocità, fino al profilo aerodinamico delle pale per ridurre l’impatto visivo e quello sonoro.
Tante ragioni per divenire protagonisti della rivoluzione energetica e venire ad Agri Toscana per approfondire l’argomento.

Categories: eventi
Tags: 
Petsitaly
Petsitaly Orari Ufficio Tel. 0578 1900732 Mattino 9:00 12:30 Pomeriggio 15:30 – 17:30 mob. 347.9499968 email: info@esotikaexpo.com